ARREDAMENTO CUCINA, CONSIGLI PER LA CASA

TOP IN SILESTONE PER LA TUA CUCINA: PREGI E DIFETTI

29 Ottobre 2018
cucina-acciaio-silestone-parquet

Il piano di lavoro è il cuore pulsante della tua cucina. La scelta di una superficie facile da pulire e da mantenere ti consentirà una maggiore libertà d’azione.

L’arredatore ti ha proposto il Silestone ma non sai se è la scelta giusta per te?

Vediamo allora insieme i pregi e i difetti di questo materiale in modo da toglierti ogni dubbio e prendere così la tua decisione definitiva.

COS’E’ IL SILESTONE

Silestone non è altro che il nome commerciale scelto dall’azienda produttrice italiana Cosentino per rappresentare un materiale composto per il 94% da sabbie silicee e quarzo e per il restante 6% da resine strutturali poliestere.

Si tratta di un agglomerato di quarzo combinato attraverso l’alta tecnologia con i materiali più duri e resistenti in natura. Il quarzo, infatti, è il terzo materiale più duro al mondo ed è del tutto anassorbente avendo una superficie non porosa. Silestone, grazie anche alle proprietà idrorepellenti della nuova tecnologia N-BOOST, impedisce l’assorbimento dei più comuni liquidi utilizzati in cucina. E’ altamente resistente alle macchie di caffè, vino, succo di limone, olio d’oliva, aceto, trucco e molti altri prodotti d’uso quotidiano e grazie all’elevata resistenza agli urti dei piani in quarzo consente l’utilizzo di qualsiasi tipologia di utensile da cucina (pentole, vassoi, taglieri,…) in totale tranquillità.

Scegliere un top cucina in Silestone vi garantirà un piano di lavoro estremamente resistente agli urti, all’abrasione, agli agenti chimici e alle macchie.

Tutte queste qualità tecniche si uniscono alla parte estetica di questo materiale. Silestone è una superficie in quarzo naturale ideata per decorare e rivestire gli ambienti della cucina e del bagno con una gamma di colori attraenti e finiture straordinarie. Grazie alla nuova tecnologia N-BOOST, i colori risultano sensibilmente più vivi e intensi. La superficie è più uniforme regalandone così una maggior capacità di riflettere la luce.

Con l’obiettivo di meglio adattarsi al tuo stile, Silestone offre 3 diverse finiture per ogni tipologia di applicazione. Lucida, Suede e Volcano sono le tre finiture che ti permettono di volare con l’immaginazione per realizzare il tuo piano di lavoro, la tua pavimentazione o le tue pareti con la texture che hai sempre desiderato.

catalogo-colori-silestone

PROGETTO CUCINA

Per questo progetto abbiamo scelto un piano di lavoro in Silestone nero lucido (color Altair 15) abbinato a una finitura della cucina in acciaio satinato. Il piano di lavoro risvoltando diventa anche fondale della cucina e lo stesso materiale è stato utilizzato per realizzare il piano del tavolo con bordi tagliati a 45 gradi.

cucina-acciaio-silestone-top-nero

Le lastre di Silestone sono realizzate in 3 diversi spessori: 12 mm, 20 mm, 30 mm.  Ma la caratteristica straordinaria è la dimensione in cui vengono prodotte. Silestone offre infatti la possibilità di due formati di lastra: il formato standard – 306 x 140 cm – e il formato Jumbo – 325 х 159 cm – per ridurre al minimo i giunti. Grazie a queste dimensioni avrai la possibilità di realizzare il tuo piano di lavoro in un unico formato senza dover unire due lastre che creerebbero un giunto antiestetico e dove potrebbe accumularsi dello sporco.

Parliamo ora di difetti: l’unico difetto del Silestone a mio avviso è il prezzo se paragonato ai più classici piani in laminato o in granito. Ma è anche vero che l’investimento verrà ripagato completamente nel tempo. Con Silestone avrete la sicurezza di scegliere un prodotto durabile nel tempo (Cosentino offre una garanzia di 25 anni). Quindi il prezzo più alto è del tutto giustificato.

cucina-acciaio-silestone-tavolo-specchio

Nel nostro progetto abbiamo abbinato la cucina con piano in Silestone ad un pavimento in grès porcellanato di Casalgrande Padana (lo stesso che avevamo utilizzato per questo Progetto Bagno).

La struttura è realizzata su misura. Elettrodomestici Bosch dal design moderno e dalle buone prestazioni tecniche e di risparmio energetico.

Lampadario a sospensione in alluminio lucidato FLOS Splügen Bräu (design Achille & Pier Giacomo Castiglioni, 1961)

 

flos-splugen-brau

 

Sedia cromata VITRA Wire Chair DKR (design Charles Eames, 1951)

 

Vitra-DKR-Eames-Wire-Chair-Chrome-1

 

You Might Also Like

2 Commenti

  • Reply Andres 11 Febbraio 2019 at 14:23

    E’ sbagliato affermare che il costo del Silestone se confrontato con top di laminato o granito è elevato.
    Un conto se prendiamo in considerazione top in “semplice” laminato placcato su truciolare, quindi non hpl, allora si questi sono top economici,
    ma affermare che il granito è più economico del Silestone è un errore. Del Silestone, così come degli agglomerati di quarzo in genere, esistono molte varietà di finiture e colori. Alcune costano anche meno di un granito. Il confronto poi andrebbe anche fatto su una tipologia di granito specifica, anche in questo caso ce ne sono di varie tipologie.

    • Reply mailandrex 11 Febbraio 2019 at 20:27

      Ciao Andres,
      ti ringrazio per il commento.
      Mi sono basato su esperienze personali e preventivi fatti da miei fornitori per i progetti che ho realizzato.
      Sono d’accordo con te che esistano graniti anche più costosi di un piano in Silestone, ma in generale (per una scelta standard di prodotto) la mia impressione è questa.

    Leave a Reply